Anni fa, in Italia, esistevano due aziende storiche specializzate nella produzione di moto da minicross, entrambe di Bologna: la LEM MOTORS e la MALAGUTI. A metà anni 2000, il prepotente ingresso del mercato cinese nel settore delle moto da minicross economiche e la congettura economica occidentale hanno portato alla chiusura delle due case motociclistiche emiliane. Con i costruttori cinesi sembrava essere arrivata una nuova era, i genitori si recavano nei negozi di giochi e con € 300 acquistavano una minicross per i loro figli. Il boom, però, finì quando tutti si resero conto che al basso costo iniziale ne derivava anche una bassissima qualità, poca sicurezza e nessuna assistenza post vendita o per ricambi. Oggigiorno siamo arrivati al punto in cui un bambino che volesse intraprendere la strada della motocross non ha una moto entry level per iniziare a muovere i suoi primi passi.

Esistono moto da minicross costruite dalle case motociclistiche più blasonate, ma sono motociclette progettate per gareggiare ad alti livelli, un qualsiasi bambino che provasse tale tipologia di moto potrebbe spaventarsi al punto da abbandonare anzitempo l'idea di correre. Non a caso, nell'ultimo periodo è stata registrata una grandissima carenza di giovani e di genitori che li sappiano indirizzare in questo appassionante sport. I motivi, tuttavia, non sono da imputare alla mancanza di appoggio familiare, bensì al fatto che non esiste una gamma moto da minicross entry level per iniziare. SMR, al fine di riprendere il percorso storico della cultura della moto italiana da motocross e minicross, progetterà e realizzerà due modelli di moto da minicross entry level - due misure diverse, una per i piu piccoli e una per i più grandi - totalmente MADE IN SAN MARINO; curata in ogni dettaglio; garantendo anche ai concessionari moto una linea diretta di assistenza e ricambi. Giovanni Spadaro, curerà interamente il settore Minicross. Naturalmente, oltre alla qualità seguirà anche un prezzo alla portata di tutti.